BRIDGE crea ponti

DSC01825_16_9_edit

Nei primi due anni, il programma di promozione BRIDGE ha finanziato 81 progetti di interfaccia tra ricerca di base e innovazione fondata sulla scienza. In tal modo, il FNS e Innosuisse hanno già reso possibile la creazione di 16 start-up.  

Andrea Wehrli e Jean-Charles Sanchez non svolgono ricerca di base, né dispongono del capitale necessario per aiutare la loro innovazione ad affermarsi sul mercato. Ma la laureata in scienze ambientali e il valido medico hanno idee brillanti. Da due anni, il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica FNS e l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione Innosuisse assicurano una maggiore capacità finanziaria e distribuiscono i rischi con il programma BRIDGE.

Sostegno nella fase critica precompetitiva
«Il programma di promozione sostiene il trasferimento dei risultati della ricerca nella fase critica precompetitiva», spiega Lothar Thiele, presidente del Comitato direttivo di BRIDGE negli anni 2017 e 2018 e membro del Consiglio della ricerca del FNS. E il professore di informatica del Politecnico di Zurigo aggiunge: «Il numero inaspettatamente elevato e l’eccellente qualità delle domande dimostrano che BRIDGE ha colmato un’importante lacuna tra gli strumenti di promozione di Innosuisse e quelli del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica.»

«Ostacoli eliminati»
Andrea Wehrli dell’EMPA di San Gallo ha portato con sé l’esperienza maturata con una precedente start-up. Ha ricevuto un contributo dell’offerta di promozione BRIDGE Proof of Concept per giovani ricercatori. «Il sostegno ha eliminato ostacoli decisivi», afferma Andrea Wehrli, spiegando che ciò le ha permesso di lavorare a tempo pieno su un modello di business per il riciclaggio di rifiuti elettronici in India.

Grazie all’offerta di promozione BRIDGE Discovery per ricercatori esperti, Jean-Charles Sanchez dell’Università di Ginevra e il suo team dispongono della copertura necessaria per sviluppare un dispositivo portatile che consente agli specialisti di rilevare lesioni cerebrali di lieve entità. «Ciò permetterà di fare diagnosi più affidabili negli studi medici, nelle ambulanze e sui campi sportivi che in ospedale, con tempi più lunghi e una costosa tomografia computerizzata», dichiara Jean-Charles Sanchez.

Un beneficio per il «panorama svizzero dell’innovazione»
Nicoletta Casanova di Femtoprint ha assunto la guida del Comitato direttivo per gli anni 2019 e 2020 perfettamente nello spirito di un programma congiunto. In qualità di membro del Consiglio dell’innovazione di Innosuisse, è particolarmente soddisfatta del fatto che, a due anni dal suo lancio, BRIDGE ha più che confermato la sua ragione d’essere grazie a numerosi e validi progetti. «In futuro BRIDGE dovrà ampliare ancora di più i propri orizzonti e finanziare anche con Discovery progetti in tutte le discipline di ricerca e le aree di innovazione», afferma Nicoletta Casanova, certa che il panorama svizzero dell’innovazione ne beneficerà. Considerata la forte domanda, nel prossimo periodo 2021-2024 saranno necessari ulteriori fondi per BRIDGE.

Obiettivo: rendere le idee commercializzabili o vagliare il potenziale innovativo

Dal 2017 il programma BRIDGE sostiene progetti di interfaccia tra ricerca di base e innovazione fondata sulla scienza con due offerte di promozione. Proof of Concept si rivolge a giovani ricercatori, a cui sono concessi fino a 18 mesi di tempo per rendere commercializzabili i risultati delle loro ricerche. I progetti possono riguardare tutti i tipi di innovazione. Discovery si rivolge invece ai ricercatori più esperti che intendono vagliare e sviluppare il potenziale innovativo dei risultati delle loro ricerche. BRIDGE Discovery finanzia per un periodo massimo di quattro anni progetti nei quali sono coinvolti non più di tre partner. Il sostegno è concesso a innovazioni tecnologiche che hanno anche effetti sociali ed economici.  

Il successo in cifre

Il programma di promozione BRIDGE dispone di 70 milioni di franchi per il periodo 2017-2020. Nei primi due anni del programma, il FNS e Innosuisse hanno sostenuto in totale 81 progetti (61 Proof of Concept, 20 Discovery). Sono state presentate 336 domande di progetto per Proof of Concept e 277 per Discovery. I primi 46 progetti Proof of Concept hanno già dato vita a16 start-up. La partecipazione e il successo delle scuole universitarie professionali nell’offerta Proof of Concept sono ancora scarsi, mentre in Discovery sono notevolmente migliorati a partire dal secondo bando di concorso: 10 delle 30 persone coinvolte nei progetti finanziati provengono da scuole universitarie professionali.

Ultima modifica 22.05.2019

Inizio pagina

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/ueber-uns/nsb-news_list/NewsletterInnosuisse/newsletter-mai-2019/bridge.html