Nuovo presidente del Consiglio dell'innovazione: intervista con Alois Zwinggi

Zwinggi_Web

Il consiglio d'amministrazione di Innosuisse ha nominato Alois Zwinggi, membro della Direzione generale del World Economic Forum, quale presidente del Consiglio dell'innovazione. Bettina Ernst, imprenditrice e CEO di Preclin Biosystems SA, è stata eletta vicepresidente. In quanto organo specializzato, il Consiglio dell'innovazione decide in particolare sulla promozione di progetti d'innovazione e sul sostegno alle start-up.

Abbiamo posto quattro domande ad Alois Zwinggi. In Innosuisse dal 2017, presiederà il Consiglio dell'innovazione da gennaio 2020 per una durata di due anni.

Signor Zwinggi, come riconosce il contenuto innovativo di un progetto?
L'innovazione risolve un problema o soddisfa un'esigenza per i quali, fino a quel momento, non esistevano prodotti o servizi. Nel contesto di Innosuisse, è ovviamente fondamentale che questa innovazione si basi sulla scienza. Mi sembra quindi importante che Innosuisse sostenga in particolare progetti che offrono nuove opportunità sia per il partner di ricerca che per il partner di implementazione. Allo stesso tempo, un progetto innovativo dovrebbe creare proprietà intellettuale e posti di lavoro in Svizzera.

Lei è Managing Director del WEF: cosa contraddistingue la forza innovativa della Svizzera nel confronto internazionale?
Secondo il nostro rapporto sulla competitività, la Svizzera occupa il terzo posto in termini di capacità innovativa. Particolarmente degni di nota sono il numero di brevetti in rapporto alla popolazione, la cooperazione internazionale, la quota di spesa per la ricerca rispetto al prodotto nazionale lordo e una cooperazione ben funzionante tra istituti di ricerca, settore privato e settore pubblico nel campo dell'innovazione. C’è ancora terreno da recuperare quando si tratta di rimuovere gli ostacoli alla costituzione di un'impresa. Inoltre la cultura svizzera, un po' avversa al rischio, tende a ostacolare l'innovazione.

Lei riprende la presidenza del Consiglio dell'innovazione: che cosa non vede l'ora di fare?
Sono particolarmente lieto di poter mettere in comune le diverse esperienze e opinioni in seno al Consiglio dell'innovazione in modo che, insieme alla segreteria e al consiglio d’amministrazione di Innosuisse, possiamo contribuire a far sì che la Svizzera abbia gli strumenti per difendere la sua posizione di leader nell'innovazione.

Come vede il ruolo del Consiglio dell'innovazione in futuro?
L'attività principale del Consiglio dell'innovazione continuerà a essere la promozione di progetti d'innovazione e di start-up. Tuttavia, sarà anche importante sostenere il trasferimento di sapere e tecnologie e dare vita a forme di cooperazione internazionali nel campo dell'innovazione. In termini di contenuti, la trasformazione digitale e lo sviluppo sostenibile saranno di importanza centrale nel quadro degli obiettivi di sostenibilità dell'Agenda 2030. Sono convinto che il Consiglio dell'innovazione svolgerà anche un ruolo importante per garantire che Innosuisse diventi una piattaforma riconosciuta per tutti gli attori dell’innovazione in Svizzera.

Ultima modifica 06.01.2020

Inizio pagina

Contatto

Comunicazione Innosuisse

Einsteinstrasse 2
3003 Berna

E-mail

Eliane Kersten, coresponsabile comunicazione

Tel.
+41 58 464 19 95

Lukas Krienbuehl, coresponsabile comunicazione

Tel.
+41 58 481 84 73

Stampare contatto

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/ueber-uns/News/aloiszwinggi.html