Energia per il futuro

Il Consiglio federale e il Parlamento intendono attuare profondi cambiamenti per quanto riguarda l’approvvigionamento energetico nella Confederazione. Nel quadro del piano d’azione «Ricerca coordinata in campo energetico in Svizzera», Innosuisse controlla e finanzia insieme al Fondo nazionale svizzero FNS e all’Ufficio federale dell’energia UFE la costituzione e l’esercizio di centri di competenza interuniversitari per la ricerca denominati Swiss Competence Centers for Energy Research (SCCER). L’Agenzia riceve inoltre risorse finanziarie supplementari per i progetti d’innovazione nel settore energetico.

Gli SCCER hanno lo scopo di individuare soluzioni per affrontare le sfide di carattere tecnico, sociale e politico poste dalla Strategia energetica 2050. Attualmente i centri sono otto, attivi in sette diversi ambiti d’intervento. La loro funzione consiste nel creare un filo diretto tra scienza ed economia, dando così un contributo importante al trasferimento di sapere e tecnologie. Gli SCCER si occupano di tutti gli aspetti inerenti alla catena dell’innovazione in ambito energetico, dalla ricerca di base alla ricerca applicata e allo sviluppo, fino a questioni giuridiche, normative e relative ai comportamenti. Inoltre, mettono a disposizione infrastrutture di ricerca e numerose possibilità di networking con i più importanti esperti e con le nuove leve di ricercatori nei diversi rami del settore.

Per l’attuazione della fase 2017 – 2020 di questo mandato sono stati stanziati 120 milioni di franchi. Per la promozione dei progetti d’innovazione, nel medesimo periodo, Innosuisse ha a disposizione ulteriori 19 milioni di franchi in aggiunta al budget ordinario.

Primo periodo di promozione concluso con successo

Gli SCCER sono stati fondati nel 2013/2014; la fase di organizzazione e allestimento è stata portata avanti efficacemente fino al termine del 2016. A fine 2016, essi impiegavano oltre 1100 ricercatori, avevano instaurato molteplici legami con il mondo dell’economia e si erano ampiamente affermati nell’universo svizzero dell’innovazione. Alla luce di ciò, il Consiglio federale ha raccomandato la prosecuzione del programma e il Parlamento ha seguito la sua proposta.

Mentre nel periodo di promozione 2013 – 2016 l’attenzione è stata concentrata sulla costituzione dei centri, nei quattro anni successivi le attività dovrebbero assumere un respiro più ampio. Per questa nuova fase è stato individuato anche un secondo aspetto cardine: l’elaborazione di progetti congiunti, trasversali a più SCCER (le cosiddette «Joint Activities»), allo scopo di rafforzare la collaborazione interdisciplinare fra i centri.

Sette ambiti d’intervento per otto SCCER

Ultima modifica 21.02.2018

Inizio pagina

Contatto

Programma di promozione Energia

dtt.ssa Kathrin Kramer Responsabile divisione Programma di promozione Energia
Tel.
+41 58 462 00 74

E-Mail

Stampare contatto

Teaserbild_Themenbericht_Energie_it

Rapporto "Energia per il futuro"

Negli ultimi quattro anni gli otto Swiss Competence Centers for Energy Research (SCCER) hanno impresso una nuova dinamica alla ricerca energetica in Svizzera. Ora che la prima fase del programma di promozione si è conclusa con successo, la CTI pubblica «Energia per il futuro». Questo rapporto finale ripercorre i traguardi raggiunti (e superati) e illustra sotto forma di rivista le tematiche al centro delle ricerche e gli obiettivi ai quali punta la Strategia energetica 2050.

Download rapporto "Energia per il futuro" (Inglese) (PDF, 6 MB, 06.04.2018)

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/thematische-programme/foerderprogramm-energie.html