Un assistente digitale per aiutare i pazienti a gestire i propri disturbi cronici

Pathmate Technologies – la soluzione digitale che sostiene le persone affette da malattie croniche. Questa start-up svizzera ha creato un assistente sanitario digitale. Con il sostegno di Innosuisse, la società ha lanciato il proprio prodotto sul mercato tramite un’assicurazione malattie quale primo cliente e ora intende metterlo a disposizione di un numero crescente di aziende.

Produktbild_web

Le persone affette da un disturbo cronico come l’ipertensione o il diabete di tipo 2 effettuano controlli e visite mediche regolari. Tuttavia, i comportamenti quotidiani come l’aderenza alla terapia, l’attività fisica, la dieta o lo stress, quali fattori di rischio alla base delle malattie croniche, hanno luogo al di fuori delle istituzioni sanitarie. Pathmate Technologies ha sviluppato un assistente sanitario digitale personalizzato che aiuta queste persone a migliorare le proprie capacità di autogestione e l’aderenza alla terapia nella vita quotidiana. Pathmate offre il proprio assistente sanitario digitale alle assicurazioni malattie per consentire loro di fornire un supporto scalabile e personalizzato ai clienti affetti da una patologia cronica.

Pathmate è stata fondata nel 2017 come spin-off del Politecnico federale di Zurigo e dell’Università di San Gallo. Nel corso della loro ricerca condotta presso il «Center for Digital Health Interventions», i fondatori di Pathmate hanno sviluppato la tecnologia di base e le loro competenze attraverso molteplici progetti di ricerca sulla salute digitale in collaborazione con partner universitari e del settore. La missione di Pathmate è realizzare un assistente sanitario digitale personalizzato per le persone che soffrono di malattie croniche che sia divertente da usare, affidabile e migliori i risultati medici e la vita. La società persegue questo obiettivo con l’aiuto di Innosuisse, l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione, e i suoi programmi di coaching.

Alla base di questa tecnologia vi è un’idea semplice, come spiega Michelle Heppler, co-fondatrice e Chief Commercial Officer (CCO) della start-up: «Ci chiediamo che cosa farebbe e raccomanderebbe un medico personale se potesse seguire i propri pazienti nella loro vita quotidiana. Collaboriamo con i medici al fine di prevedere le diverse situazioni che le persone affette da malattie croniche affrontano nella loro vita quotidiana e basiamo i nostri assistenti sanitari digitali su orientamenti empirici esistenti.» L’assistente sanitario digitale di Pathmate sostiene e guida proattivamente le persone come un vero e proprio coach. Fornisce raccomandazioni personalizzate specifiche per la malattia e la situazione che ogni persona deve affrontare. Le persone ricevono i loro piani individuali giornalieri con obiettivi di salute personalizzati sui loro dispositivi mobili. «L’assistente sanitario digitale incentiva le persone con la pressione alta, ad esempio, a tenere un diario settimanale. Spiega perché è importante misurare la pressione sanguigna e fornisce agli utenti gli strumenti per farlo. Le persone ricevono un feedback personalizzato sui loro progressi e un promemoria per prendere i loro farmaci e perseguire i loro obiettivi di stile di vita individuali», aggiunge Michelle Heppler.

«Le soluzioni digitali non sostituiscono i medici e il fattore umano. Svolgono un ruolo complementare e consentono ai medici di concentrarsi su compiti difficili da automatizzare», sottolinea la signora Heppler. «Mentre alcuni vogliono un approccio più frequente e proattivo, altri preferiscono un sostegno più occasionale. Una buona tecnologia digitale rispetta queste scelte e si adatta alle preferenze e alla vita quotidiana della persona in questione», spiega.

Per raggiungere questo livello di efficienza, Pathmate Technologies si è rivolta a Innosuisse. «Quando si passa dalla ricerca alla creazione di una start-up, i fondatori dell’azienda devono affrontare molte sfide,» afferma la signora Heppler, e aggiunge: «Attraverso i suoi programmi di coaching, Innosuisse ci consente di accedere al supporto di vari esperti. Abbiamo scelto un personal coach accreditato da Innosuisse e lo incontriamo regolarmente per discutere delle sfide che stiamo affrontando. Ciò ci permette di entrare in contatto anche con altri coach e diverse start-up.»

Questo supporto offre a Pathmate Technologies l’opportunità di beneficiare dell’esperienza di esperti. Nei prossimi mesi, la start-up prevede di integrare nel proprio assistente digitale nuove funzioni e altre patologie croniche come il diabete o le malattie psicologiche.

Testo: Johanne Stettler

Ultima modifica 24.10.2019

Inizio pagina

Founders_web

Michelle Heppler (CCO), Andreas Filler (CTO), Dr. Dirk Volland (CEO), cofondateurs de Pathmate Technologies

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/resultateundwirkung/esempi-di-progetti/start-up/un-coach-de-sante-numerique-pour-soulager-les-malades.html