Pannelli solari più performanti

Pannelli fotovoltaici (PV) ancora più efficienti. L’obiettivo del progetto «Power» è quello di sviluppare e dimostrare un nuovo approccio alla realizzazione di celle solari ad altissimo rendimento. Grazie al programma BRIDGE, proposto da Innosuisse e dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica (FNS), tre organizzazioni (CSEM, EPFL ed EMPA) lavorano insieme per sviluppare e commercializzare questa nuova tecnologia.

Immaginate che, con l’aiuto di un nuovo rivestimento, i pannelli solari attualmente in uso arrivino a essere fino al 30% più performanti. Grazie al progetto «Power», siamo più vicini alla realtà che alla finzione. Infatti, i team del CSEM (Centre Suisse d’Electronique et de Microtechnique), della sede dell'EPFL di Neuchâtel e dell’EMPA di Zurigo stanno lavorando intensamente per fare in modo che questa nuova tecnologia veda la luce. Dovrebbe essere disponibile sul mercato entro il 2025 per essere impiegata su larga scala. «Oggi i moduli fotovoltaici sono dei prodotti tecnicamente molto avanzati, redditizi e affidabili. Tuttavia, abbiamo la possibilità di ridurre ulteriormente i costi dell’elettricità solare aumentando l’efficienza», afferma Matthieu Despeisse, capo reparto del PV-Center presso il CSEM nonché responsabile del progetto.

Nuova combinazione
Concretamente, il progetto consiste nel combinare i materiali convenzionali delle celle solari con nuovi materiali che presentano una cosiddetta struttura perovskitica. Numerosi progetti di ricerca sulla perovskite sono in corso da anni in tutto il mondo. Le ricerche nell’ambito del progetto «Power» si concentrano in particolare sullo sviluppo di questo materiale. «Sviluppare una nuova generazione di celle solari significa spesso lavorare con materiali fotoassorbenti completamente nuovi. La struttura, il comportamento, sia meccanico che elettronico, della perovskite possono essere molto diversi dalle caratteristiche dei materiali utilizzati finora», spiega Arnaud Walter, ingegnere del CSEM.  

Un finanziamento per gettare ponti
I ricercatori cercano di sviluppare la nuova generazione di celle solari verso dimensioni adatte all’industrializzazione, garantendo al contempo che le loro prestazioni siano stabili in laboratorio indipendentemente dalla temperatura e dall’umidità. Questo passo richiede di solito lo sviluppo di nuove tecniche. Arnaud Walter: «In questo senso, il programma BRIDGE è perfetto per aiutarci a compiere il passo dalla ricerca di base all’applicazione industriale.»

BRIDGE Discovery fornisce sostegno finanziario ai ricercatori che hanno esperienza sia nella ricerca di base che in quella applicata e desiderano realizzare il potenziale d’innovazione dei loro risultati di ricerca. Secondo Matthieu Despeisse, questo programma permette di dimostrare la fattibilità industriale dell’idea iniziale. «Vengono finanziate le fasi di ricerca necessarie per affrontare le sfide legate allo scaling, all’affidabilità nonché ai materiali e ai processi industriali di produzione.»

Panneau-photovoltaique-IStock-web

Sfruttare le forze del network
Tra le sedi di Neuchâtel e Zurigo, una decina di persone sta attualmente lavorando al progetto. Arnaud Walter la vede come un’opportunità: «La possibilità di avere tre laboratori completamente attrezzati con persone che collaborano e interagiscono tra loro è un enorme vantaggio rispetto alla concorrenza. Ognuno di noi ha i propri punti di forza e il progetto ne trae vantaggio, come pure gli altri partner.»

«Power è sulla strada della riuscita sul piano tecnologico e si prepara a entrare nella fase di industrializzazione. Infatti, grazie ai risultati già ottenuti e alle potenzialità di questo nuovo approccio, sono già in atto programmi per un ulteriore sviluppo con partner industriali.

Ultima modifica 15.09.2020

Inizio pagina

Contatto

Programma BRIDGE

Christian Brunner

La nostra hotline è a vostra disposizione al numero +41 31 308 23 67. Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 12.00, dalle 13.00 alle 17.00.

E-Mail

Stampare contatto

Matthieu-Despeisse-Arnaud-Walter-CSEM-web

Matthieu Despeisse, capo settore e responsabile del PV-Center presso il CSEM e Arnaud Walter, ingegnere del CSEM.

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/resultateundwirkung/esempi-di-progetti/programm-bridge/power.html