Migliorare l’accesso al mercato del lavoro dei giovani adulti

È una vera sfida trovare un lavoro in una situazione di stress psicologico. I giovani che si trovano in questi frangenti vanno incontro a particolari difficoltà nel mercato del lavoro. Un nuovo trattamento terapeutico a bassa soglia mira a migliorare l’accesso al mercato del lavoro di questi giovani. È un modello innovativo basato sui più recenti risultati della ricerca.

In seguito a un progetto pilota sostenuto dalla fondazione Gebert Rüf, dal 2020 Innosuisse promuove l’ulteriore sviluppo scientifico della terapia all’interno del progetto d’innovazione «inklusiv plus». Se i risultati ottenuti saranno positivi, la nuova attività terapeutica sarà introdotta e applicata in tutta la Svizzera nei programmi di integrazione nel mercato del lavoro, le cosiddette soluzioni transitorie. L’obiettivo è quello di migliorare il sostegno dei giovani con stress psicologico in tutta la Svizzera e di ottimizzare in modo sostanziale il loro inserimento professionale. Questo si tradurrà, nel lungo periodo, in un risparmio sulle rendite AI nonché sui costi sociali e sanitari.

Una PMI rileva una necessità e ne sviluppa la soluzione

Lifetime health GmbH, una PMI che dal 1998 opera in tutta la Svizzera nel campo della promozione della salute e dell’integrazione nel mondo del lavoro, offre diverse attività, fra di esse il programma di integrazione professionale Startrampe [«Rampa di lancio»]. È un programma volto a dotare le persone di strumenti per poter rientrare nel mondo del lavoro. In questo progetto, lifetime health ha constatato che molti partecipanti di età piuttosto giovane presentano uno stato di stress psicologico. Alcuni sono giunti alla soluzione transitoria direttamente da un ricovero per un trattamento psichiatrico. Mancano le conoscenze e le risorse necessarie per rispondere a queste esigenze. Proprio per questo, tre anni fa lifetime health ha sviluppato con la collaborazione dell’università ZHAW e con il supporto della fondazione Gebert Rüf il progetto pilota inklusiv, che aggiunge al classico programma di integrazione nel mondo del lavoro dei moduli di psicoterapia creando un metodo innovativo di intervento.

Una soluzione che possono applicare anche altri operatori

Oltre a lifetime health, anche altri fornitori di soluzioni transitorie hanno espresso interesse per questo progetto pilota dall’approccio interdisciplinare e hanno constatato l’esigenza di una nuova impostazione terapeutica e di un’offerta integrativa di supporto al confine fra l’assistenza sanitaria e l’inserimento lavorativo. Innosuisse offre affiancamento alla ZHAW insieme a sette partner di progetto nell’ulteriore sviluppo scientifico e nell’attuazione del nuovo approccio terapeutico. È previsto che sarà testato e implementato, oltre che da lifetime health, anche in altre sei soluzioni transitorie nell’area Berna, Zurigo, Appenzello Esterno, San Gallo e Lucerna. Forti di una lunga esperienza, gli operatori (i cosiddetti partner attuatori del progetto) che offrono misure di integrazione nel mondo del lavoro rivolte agli adolescenti e ai giovani adulti si sentono motivati a testare il nuovo metodo e a convalidarlo con l’affiancamento dell’università.

Innosuisse promuove innovazioni in tutti i settori

Come dimostra l’esempio di «inklusiv plus», Innosuisse promuove innovazioni nelle aree scientifiche più svariate. Viene offerto sostegno non solo a progetti a base tecnologica, ma anche a progetti innovativi nei campi del lavoro sociale, del turismo o dell’architettura e del design, per fare degli esempi.

Ultima modifica 14.12.2020

Inizio pagina

Contatto

Prof. Dr. Agnes von Wyl
ZHAW
Sito web

Stampare contatto

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/resultateundwirkung/esempi-di-progetti/innovationsprojekte/innovazione-sociale.html