Caran d'Ache - Matite colorate: cercasi alternativa al legno dagli USA

Per avere un risultato di qualità quando si temperano matite e pastelli, occorre che il legno abbia una struttura omogenea di bassa densità. Non a caso Caran d’Ache, produttore di alta gamma, lavora solo legno di cedro proveniente dalla California. Ma il prezzo sale, perché è una risorsa limitata.

In un progetto d’innovazione svolto in collaborazione con la Scuola universitaria professionale di Berna (BFH), l’azienda di Ginevra sta verificando se, modificando altre essenze legnose europee o addirittura svizzere, non si possa arrivare a ottenere caratteristiche simili. Da un lato, il legno dovrebbe essere impregnato in modo da diventare più flessibile e più facile da separare. Dall’altro, si vorrebbe modificare il materiale da un punto di vista fisico-chimico, per poterlo tagliare con maggior facilità.


«Il legno proveniente dalla Svizzera o dall’Europa sarebbe più sostenibile, ma la qualità non deve risentirne.»

Thomas Volkmer, docente presso la Scuola universitaria professionale di Berna (BFH)


Secondo il prof. dott. Thomas Volkmer del BFH i punti più ardui sono la ricerca di impregnanti naturali adatti e la modifica omogenea del legno. All’interno della RTN Swiss Wood Innovation Network è prevista una collaborazione con istituti partner.

Ultima modifica 18.07.2019

Inizio pagina

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/resultateundwirkung/esempi-di-progetti/innovationsprojekte/alternative-fuer-us-holz-in-farbstiften-gesucht.html