Elettricità verde fornita dal vicino di casa

L’obiettivo della Svizzera è raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Per riuscirci, occorrono approcci completamente nuovi – e start-up come Exnaton. Lo spin-off del Politecnico Federale supporta il lancio dei mercati locali dell’energia e quindi dà slancio alla transizione energetica.

La strategia energetica svizzera 2050 richiede l’espansione delle energie rinnovabili. Il problema dei sistemi fotovoltaici e simili, tuttavia, è che l’elettricità viene generata in modo irregolare e può essere immagazzinata solo in parte e a costi molto elevati.

Ecco perché nel 2017 un gruppo di ricerca del Politecnico di Zurigo ha avuto l’idea di un mercato locale dell’elettricità. Questo permette ai proprietari di un impianto fotovoltaico di vendere l’energia solare in eccesso direttamente al vicino di casa. L’obiettivo del progetto «Quartierstrom» era quello di consumare sul posto quanta più elettricità prodotta localmente possibile.

Gli attori del settore energetico erano inizialmente scettici
I dottorandi e le dottorande del Politecnico coinvolti nel progetto hanno dovuto impegnarsi molto nella ricerca di un fornitore di energia come partner. Il settore energetico svizzero ha operato finora in modo molto tradizionale, con strutture obsolete e scarsa attenzione all’innovazione. «All'inizio c’era molto scetticismo verso di noi e l'idea», afferma la dottoressa Liliane Ableitner. L’azienda di approvvigionamento energetico e idrico di Walenstadt si mostrò disponibile all’esperimento, e così fu creato il primo mercato locale di elettricità della Svizzera. Ed ebbe un buon successo: grazie al mercato locale dell’elettricità, l’autoconsumo all’interno della comunità è raddoppiato, le 37 famiglie partecipanti si riforniscono per il 33% con la propria energia solare.

«Improvvisamente Walenstadt era diventata un esempio per tutta la Svizzera», racconta Liliane Ableitner, soddisfatta della risposta positiva al progetto «Quartierstrom». Una volta concluso il progetto a metà del 2020, la specialista in informatica economica ha fondato la start-up Exnaton, insieme all’ingegnere industriale Anselma Wörner e all’ingegnere meccanico Arne Meeuw. Avevano lavorato tutti come dottorandi al progetto «Quartierstrom» e volevano portare avanti l’idea.

Exnaton-innosuisse

Commercio automatico con l'energia solare
La loro giovane start-up sviluppa e vende una soluzione software che riunisce fornitori e consumatori di elettricità e semplifica il commercio di energia solare all’interno delle comunità energetiche. Oggi il software si chiama PowerQuartier. All’interno della comunità, l’algoritmo confronta l’offerta di elettricità fotovoltaica in tempo reale con la domanda attuale: il sistema compra l’elettricità quando è disponibile ed economica. La procedura di vendita e acquisto tra i partecipanti è completamente automatizzata. Tramite un’app, gli utenti possono vedere in qualsiasi momento quanta elettricità hanno venduto/acquistato, quanta ne stanno usando o quanta CO2 hanno risparmiato grazie all’elettricità verde prodotta localmente.

I clienti privati che usano PowerQuartier possono quindi vivere in modo più sostenibile anche senza installare un proprio impianto solare. Inoltre, la panoramica in tempo reale aumenta la consapevolezza per un uso più attento delle risorse. «I partecipanti ai mercati locali dell’elettricità ci dicono che fanno sempre più attenzione a quanta elettricità usano, quando e per quale scopo», continua Liliane Ableitner. Una comunità energetica fa bene anche alla comunità e allo spirito comunitario.

Il coach Innosuisse come importante sparring partner
Diventare imprenditrice subito dopo la laurea è stata la decisione giusta, afferma Liliane Ableitner. «Si impara molto quando si avvia una start-up. È una grande sfida, ma è anche molto divertente, molto motivante e appagante». Il fatto di aver fondato Exnaton in tre è un grande vantaggio, non solo perché si ha un'esperienza maggiore. «In questo modo, non devi risolvere tutti i problemi da solo».

Anche i servizi di coaching (Initial coaching e Core coaching) offerti da Innosuisse hanno aiutato i tre imprenditori in modo significativo nella costruzione della loro azienda. «Il coach Innosuisse è un importante sparring partner per noi. Ci ha aiutato, per esempio, con la composizione del nostro consiglio d'amministrazione o con la strategia del personale. Dopo tutto, quando si fonda una start-up, non si pensa prima a queste cose».

Le app per i mercati locali dell’energia sono solo una parte delle soluzioni software che Exnaton offre: l’analisi e la visualizzazione dei dati aiuta i fornitori di energia come le aziende elettriche o gli sviluppatori di immobili e aree con la digitalizzazione, e permette loro di creare ulteriori mercati locali di energia.

Questo è perfettamente in linea con il Consiglio Federale che vuole potenziare la produzione decentralizzata di elettricità e integrare meglio le energie rinnovabili nel mercato dell’elettricità. In futuro, le reti che producono elettricità in loco e poi la consumano saranno molte. L'elettricità rimanente verrà venduta all'azienda elettrica.

Ultima modifica 15.07.2021

Inizio pagina

Exnaton-innosuisse-team

I tre co-fondatori di Exnaton: Dr. Liliane Achleitner, Arne Meeuw und Anselma Wörner.

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/promozione-esempi-informazioni/esempi-di-progetti/start-up/exnaton.html