Protezione a lungo termine garantita grazie a un nuovo disinfettante

Disigel è un progetto d’innovazione sostenuto da Innosuisse che mira a sviluppare un disinfettante per le mani resistente per diverse ore.

Creazione di un disinfettante per le mani che sia più efficace nel tempo. Questo è l’obiettivo del progetto di innovazione «Disigel» gestito dalla società Lumendo in collaborazione con l’Empa. Sono attualmente in corso dei test in laboratorio per creare questo nuovo tipo di gel. Un progresso medico, incoraggiato da Innosuisse, che potrebbe essere decisivo nella lotta contro i batteri resistenti agli antibiotici o in caso di nuove pandemie.

«Disigel» è un progetto d’innovazione, sostenuto da Innosuisse, che ambisce a sviluppare un gel idroalcolico capace di proteggere le mani per diverse ore. Questo nuovo disinfettante, attualmente in fase di studio, dovrebbe formare uno strato antibatterico e antivirale durevole sulla pelle, volto a ridurre la trasmissione di virus e batteri patogeni, compresi quelli resistenti agli antibiotici, da una superficie all’altra, come ad esempio dalla mano di una persona alla sua bocca.

Attualmente non esistono situazioni così resistenti nel tempo. «Il disinfettante per le mani più usato è l’etanolo. È poco costoso da produrre e molto efficace per uccidere i microrganismi in pochi secondi. Tuttavia, è svantaggioso perché è altamente volatile ed evapora in uno o due minuti, lasciando le mani non protette e soggette a ricontaminazione. Per assicurare una protezione adeguata per tutta la giornata sarebbe necessaria un'applicazione durevole di etanolo, che non solo è poco pratico, ma sarebbe anche dannoso per la pelle, che tende a seccarsi. Il nostro materiale offre un’alternativa, perché elimina efficacemente i microrganismi e fornisce una protezione molto più lunga», spiega Andreas Schmocker, CEO di Lumendo.

Trovare la formula migliore
La ricerca in corso riguarda l’identificazione delle sostanze chimiche e la determinazione della loro concentrazione in modo che la formula ideale presenti un'alta attività antimicrobica e non causi irritazioni cutanee. «Stiamo studiando la reattività utilizzando modelli 3D in vitro che imitano la struttura e la composizione della pelle umana», afferma Markus Rottmar, responsabile scientifico dell’Empa.

«Il lavaggio frequente delle mani e l’uso di disinfettanti hanno già dimostrato di essere efficaci nel limitare la trasmissione delle malattie. Il nostro prodotto può essere usato come soluzione complementare quando non è possibile lavare o disinfettare le mani abbastanza spesso, per esempio nei trasporti pubblici», aggiunge il CEO di Lumendo.

Disigel-Innosuisse-web2

Un prodotto, molte opportunità
Il prodotto sviluppato da Lumendo ed Empa è destinato a fornire una migliore protezione in caso di una pandemia come quella che stiamo vivendo attualmente. Un’altra applicazione è la lotta contro i batteri resistenti agli antimicrobici, una minaccia per la salute, la società e le economie di tutto il mondo. «La questione della resistenza è un problema più grande del Covid¬19, che presto costerà più vite ogni anno del cancro», afferma Aaron Johnson, Responsabile dello sviluppo chimico della Lumendo.

Lumendo è ora alla ricerca di partner con grandi aziende di produzione per sviluppare ulteriormente «Disigel». Questa prospettiva non sarebbe stata possibile senza l’assistenza di Innosuisse. «Siamo una piccola azienda e non disponiamo delle risorse per sviluppare le idee tecnologiche autonomamente. Senza il sostegno di Innosuisse, non sarebbe stato possibile portare a termine questo progetto», dichiara Aaron Johnson.

Ultima modifica 14.04.2021

Inizio pagina

Contatto

Andreas Schmocker

CEO di Lumendo AG
Sito web

Stampare contatto

Innosuisse-Digisel-Team-web

Il team Lumendo.

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/promozione-esempi-informazioni/esempi-di-progetti/innovationsprojekte/disigel.html