Innosuisse conclude con successo il Programma di promozione Energia

Berna, 17.12.2020 - Sviluppare e realizzare soluzioni per questioni rilevanti relative alla transizione energetica in Svizzera: questo era l’obiettivo del Programma di promozione Energia, diretto da Innosuisse, l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione, che si concluderà alla fine del 2020 dopo una durata di otto anni. Il pezzo forte è stato la creazione e la gestione di otto Centri di competenza svizzeri per la ricerca energetica (SCCER) in sette campi d'azione. Le parti coinvolte proseguiranno le loro attività per sviluppare soluzioni per il futuro energetico della Svizzera oltre il 2020.

Dal 2013, i centri di competenza hanno sviluppato numerose soluzioni per le sfide tecniche, sociali e politiche legate alla Strategia energetica 2050. Combinando scienza e pratica, hanno dato un importante contributo al trasferimento di conoscenza e tecnologia. Gli SCCER si sono occupati dell’intero spettro della catena dell’innovazione nel settore dell’energia: dalla ricerca di base all’attività di sviluppo e ricerca applicata passando per le questioni legali, normative e comportamentali.

Oltre 1300 ricercatrici e ricercatori in azione
In media, più di 1300 ricercatrici e ricercatori hanno lavorato ogni anno presso gli SCCER. Nell’arco dell’intero programma di promozione hanno avviato più di 1400 progetti. I partner del mondo dell’economia e della società hanno partecipato a circa 900 progetti. Inoltre, sono stati completati oltre 2000 lavori di master e di dottorato e sono stati fondati 41 spin-off. Innosuisse ha sostenuto gli SCCER e le attività trasversali congiunte con un totale di 194,5 milioni di franchi svizzeri nel corso degli otto anni.

Coinvolgimento dei partner attuatori: un fattore di successo
Secondo Adriano Nasciuti, Presidente del Comitato direttivo e consigliere dell’innovazione di Innosuisse, i fattori decisivi per il successo del lavoro degli SCCER sono stati il coinvolgimento di più di un istituto di formazione superiore nelle attività di ricerca e sviluppo di ogni SCCER e la forte partecipazione fin dall’inizio di partner attuatori privati e pubblici. Nasciuti spiega inoltre: «In questo modo, le varie università hanno potuto beneficiare dei reciproci punti di forza ed è stato garantito un efficiente trasferimento di tecnologia. Questo ha portato le ricercatrici e i ricercatori a concentrarsi su prodotti e servizi effettivamente rilevanti per l’economia e la società svizzera».

Ricercatrici e ricercatori proseguiranno le attività
Il bilancio di Adriano Nasciuti sugli ultimi otto anni è quindi positivo: «Molte delle sfide che la Svizzera deve affrontare nella transizione energetica sono estremamente complesse e richiedono un approccio sistemico per poter essere superate con successo. Le esperienze del Programma di promozione Energia hanno dimostrato che vale la pena investire nel coordinamento e nella collaborazione tra università e discipline diverse. Alla fine, la performance complessiva è superiore alla somma dei risultati dei singoli progetti».

Il Programma di promozione Energia
Nell’ambito del piano d’azione «Ricerca coordinata in campo energetico in Svizzera», Innosuisse (ex Commissione per la tecnologia e l’innovazione CTI) è stata incaricata di finanziare e guidare la creazione di centri interuniversitari di competenza nella ricerca, gli Swiss Competence Centers for Energy Research (SCCER). Sono stati istituiti otto SCCER in sette campi d'azione, che hanno avviato la loro attività nel 2013/2014. Gli SCCER cercano soluzioni alle sfide tecniche, sociali e politiche associate alla transizione energetica. Innosuisse ha sostenuto gli otto SCCER seguenti nel corso degli otto anni:

Future Energy Efficient Buildings & Districts (SCCER FEEB&D)
Efficiency of Industrial Processes (SCCER EIP)
Future Swiss Electrical Infrastructure (SCCER FURIES)
Heat & Electricity Storage (SCCER HaE)
Supply of Electricity (SCCER SoE)
Competence Center for Research in Energy, Society and Transition (SCCER CREST)
Mobility (SCCER Mobility)
Biomass for Swiss Energy Future (SCCER BIOSWEET)


Indirizzo cui rivolgere domande

Innosuisse Comunicazione
Eliane Kersten e Lukas Krienbuehl
Corresponsabile Comunicazione
+41 58 481 84 73
media@innosuisse.ch



Pubblicato da

Innosuisse – Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione
https://www.innosuisse.ch

Contatto

Comunicazione Innosuisse

Eliane Kersten

+41 58 464 19 95

Lukas Krienbühl

+41 58 481 84 73

E-mail

Stampare contatto

https://www.innosuisse.ch/content/inno/it/home/chi-siamo/newsroom/nsb-news_list.msg-id-81640.html